30 Agosto 2021, h. 08:00

STUDI – Ripresa dopo la peggiore recessione in anni di pace dal 1861: l’analisi di Confartigianato su ricadute per MPI e territori

Nel 2020 si è registrata la peggiore recessione, in epoca di pace, dall’Unità d’Italia: gli shock simultanei sul lato della domanda, nazionale e interazionale, e su quello dell’offerta hanno determinato un calo dell’8,9% del Prodotto interno lordo. Cali peggiori si sono registrati solo tra il 1943 e il 1945, durante la Seconda guerra mondiale.

La assoluta straordinarietà della crisi e i pesanti effetti sul sistema delle imprese ha richiesto, fin dall’inizio della primavera dello scorso anno, un monitoraggio degli effetti sul sistema delle imprese, al fine di delineare proposte di interventi in grado di sostenere il sistema delle imprese. E’ a tal scopo che l’analisi economica dell’Ufficio Studi di Confartigianato, confluita in 14 edizioni del report Covid-19 predisposte tra marzo 2020 e luglio 2021, si è focalizzata nel monitoraggio, mese per mese, dell’andamento dell’emergenza sanitaria, dei trend macroeconomici relativi a PIL, investimenti, consumi e risparmi oltre a fotografare l’andamento dei principali indicatori congiunturali. Inoltre, sono stati esaminati gli indicatori di mobilità e della demografia d’impresa, le condizioni del mercato del lavoro e gli effetti della politica monetaria e delle garanzie statali sulla finanza d’impresa e sulle condizioni del credito. Nel 2021 è stato proposto un focus sulle tendenze  sui prezzi delle commodities, con una analisi per territorio delle imprese nei settori interessati dall’escalation dei costi delle materie prime. Ciascun report Covid-19 ha proposto una sezione dedicata alle tendenze sul territorio, sviluppata, nell’ambito degli Osservatori in Rete, in collaborazione con l’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia.

Per intercettare le condizioni della liquidità delle MPI la Direzione Politiche Economiche, con l’Ufficio Studi ha avviato un Osservatorio Credito Covid-19, con quattro edizioni di una indagine qualitativa rivolta agli esperti del sistema Confartigianato.

Il percorso di analisi sviluppato nel corso della pandemia – sulle ricadute sull’economia e il sistema delle imprese – è confluito nel 16° Rapporto annuale ‘R-Esistiamo. Dalla parte delle piccole impresepresentato all’Assemblea di Confartigianato. Clicca qui per scaricarlo.

Le attività dell’Ufficio Studi e gli Osservatori in Rete nell’anno della pandemia – Nel 2020 l’Ufficio Studi ha realizzato 84 pubblicazioni tra cui la 15° edizione del Rapporto annuale e 9 edizioni del report Covid-19 – in cui sono esaminate 1.137 evidenze statistiche e pubblicati i risultati di 3 survey condotte su micro e piccole imprese – presentati in 4 webinar dedicati con oltre 600 partecipanti. Sul portale confartigianato.it sono state pubblicate 192 News Studi che contengono brevi analisi inedite ed abstract di lavori pubblicati dall’Ufficio Studi o che ne citano dati. Assume una specifica centralità l’analisi territoriale: il 91% delle pubblicazioni propone analisi con dati regionali, il 80% propone dati provinciali ed il 55% effettua comparazioni a livello internazionale. L’attività dell’Ufficio Studi propone in modo diffuso chiavi di lettura settoriali che interessano il 79% delle pubblicazioni. Sui social network, in relazione alle News Studi e ai comunicati stampa contenenti specifici, l’Ufficio Studi ha proposto 526 tweet con 282 mila visualizzazioni. L’Ufficio Studi ha anche presentato i propri lavori sul territorio proponendo 11 presentazioni a seminari, convegni e webinar ed ha inviato 46 newsletter di segnalazione pubblicazioni e News Studi. Dal 2009 l’Ufficio Studi cura la rubrica settimanale ‘Imprese ed Energia’ di QE-Quotidiano Energia, primario quotidiano specializzato del settore, e nel 2019 sono stati pubblicati 47 articoli. Nell’ambito degli Osservatori in rete – network con la Direzione scientifica del Responsabile dell’Ufficio Studi e costituito dagli Osservatori MPI di Confartigianato Lombardia, Confartigianato Calabria, Confartigianato Emilia Romagna, Confartigianato Piemonte, Confartigianato Sicilia e Confartigianato Sardegna e gli Uffici Studi di Confartigianato Veneto, Confartigianato Marche e Confartigianato Vicenza – nel 2020 sono state realizzate 257 pubblicazioni, facendo interagire il capitale umano e le competenze di 8 ricercatori, di cui 3 statistici e 5 economisti.

L’attività dell’Ufficio Studi – Conoscere per decidere all’interno del Bilancio sociale 2020 di Confartigianato Imprese

 

 

Gli anni di recessione dall’Unità d’Italia a oggi

Var. % annuale del PIL a prezzi costanti – Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Baffigi e Commissione europea

 

rss